FIRE s.p.a.

FIRE S.P.A., PROGETTO DISASTER RECOVERY E BUSINESS CONTINUITY.

Fire Group S.p.A. e la sua continua ricerca dell’innovazione

Fire S.p.a., leader di mercato nel settore del Consulting & Debt Management con sedi in Italia e all’estero, svolge la propria attività nel settore della Gestione e del Recupero Crediti Stragiudiziale. Dal 1992 con oltre 1600 operatori di phone collection e 180 esattori per una copertura capillare del territorio, offre un business specializzato in grado di fornire soluzioni end-to-end su misura, per l’intero ciclo del credito. La formazione del personale, la qualità dei servizi resi e gli investimenti ad alto contenuto tecnologico, nell’infrastruttura IT dell’azienda, hanno permesso di strutturare l’organizzazione di Fire per linee di business, fornendo ad ognuna di queste altissima specializzazione e flessibilità propria. Il raggiungimento ed il mantenimento dell’attuale posizione di leadership nel campo del credit collection management sono frutto della continua ricerca dell’innovazione, che in un contesto come quello attuale rappresenta la variabile più rilevante nel creare e mantenere solidi vantaggi competitivi. In relazione a questa esigenza, la necessità di rendere affidabile la gestione dei dati e delle informazioni aziendali è diventata una priorità che ha dato spunto a soluzioni progettuali avanzate.

Disaster Recovery & Business Continuitiy

Analizzando dettagliatamente l’architettura informativa presente, i possibili livelli di disastro e le criticità dei sistemi e delle applicazioni, è stato progettato ed implementato un sistema di Disaster Recovery & Business Continuity. Implementando soluzioni di Disaster Recovery, ci si propone di adottare tutte le misure tecnologiche e logistico/organizzative atte a ripristinare sistemi, dati e infrastrutture necessarie all’erogazione dei servizi di business di Fire, a fronte di emergenze che ne intacchino la regolare attività, fornendo un piano di “recupero dal disastro” e ripristino dei dati. Una delle più importanti criticità riscontrabili nella gestione dell’infrastruttura informatica è quella di dover affrontare situazioni catastrofiche che possano intaccare le normali procedure di elaborazione, gestione, utilizzo e archiviazione dei dati. Individuando gli elementi progettuali da gestire e gli apparati tecnologici con prestazioni e caratteristiche adeguate, la soluzione di Disaster Recovery rappresenta sicuramente, il miglior sistema di gestione del rischio e dell’emergenza, salvaguardando gli aspetti gestionali dell’infrastruttura. Attraverso il Business Continuity Plan si garantisce la continuità dei servizi principali dell’azienda, in modo che durante le operazioni di ripristino dei sistemi, dati o infrastrutture, le attività possano continuare secondo i normali processi di lavoro. Un buon sistema di Business Continuity assicura la continuità operativa dell’azienda sia nel caso di eventi disastrosi che nel caso di avvenimenti di minore entità. Una procedura ben pianificata, ottimizzata e testata garantirà il continuo svolgimento delle attività tecnico gestionali dell’azienda.

Soluzioni adottate − FIRE S.P.A.

Il progetto di Disaster Recovery e Business Continuity è stato implementato, prevedendo un sito secondario sul quale sono andati a convergere i servizi vitali per l’azienda in caso di evento disastroso sul sito principale. Sul sito primario ` stata invece prevista una nuova configurazione che, oggetto dell’attività di aggiornamento tecnologico dell’infrastruttura, ha permesso alla Fire di potenziare e di gestire al meglio la crescita del carico di lavoro, grazie alla grande scalabilità dei sistemi previsti. Nel dettaglio è stata svolta un’attività di storage migration, che ha visto coinvolti il già presente storage EMC VNX e il nuovo VNX. Il livello di innovazione tecnologica che sta alla base dei nuovi sistemi consente oggi a Fire di usufruire di un’infrastruttura IT rivoluzionaria e altamente performante, garantendo un alto profilo in termini di elevata scalabilità e sicurezza avanzata.

SOLUZIONI ADOTTATE